ACADEMIA HABANOS

Il Mondo dell’habano

Stagionatura degli Habanos



La prima cosa che fanno gli appassionati che acquistano gli Habanos è di cercare la data impressa sul fondo della scatola per sapere quando sono stati prodotti. I più esperti tra loro sono consapevoli del fatto che l’età influisce sul sapore e l’aroma come avviene del resto con le bottiglie dei vini più pregiati.

Le foglie di tripa, capote e di capa che compongono la ligada, si uniranno gradualmente nel tempo, a condizione che siano mantenute in condizioni adeguate.

Il punto di partenza per questo processo è il banco di rollatura del sigaro quando tutte le foglie vengono unite per la prima volta. Viene aggiunta umidità per rendere le foglie malleabili, e ciò provoca una fermentazione finale, e i sigari finiti vengono lasciati nell’Escaparate per dar loro il tempo di recuperare. Poi vengono applicate le anillas e messi in scatole, che vengono sigillate e timbrate con il mese e la data di fabbricazione (vedere pagina 73). È da questo punto che si misura il “Vintage” o “Età di confezionamento” di un Habano.

Le ultime fasi dei processi che portano i tabacchi alla loro saporita conclusione restano presenti negli Habanos, permettendo loro di svilupparsi delicatamente ancora di più.

Questi Habanos sono noti come Habanos invecchiati, ma in questo contesto l’annata non ha nulla a che fare con qualsiasi ulteriore stagionatura delle foglie di tabacco, o il momento in cui queste sono state raccolte.

Le condizioni ideali per la stagionatura degli habanos

La cosa più importante per un Habano è che gli sia permesso di mantenere le caratteristiche originali in modo che possa sviluppare gli aromi e i sapori che diventano più morbidi, più equilibrati e a volte più pronunciati di quando è stato acquistato. È necessaria una temperatura costante, nonché un certo livello di umidità, per evitare che i suoi aromi si dissolvano e si verifichi una perdita di sostanza, che si avrebbe se si asciugassero.

Per ottenere tutti i benefici della stagionatura nelle scatole dovrebbero essere rispettati i seguenti requisiti:

  • Gli Habanos dovrebbero essere mantenuti tra i 16 e i 18°C e tra il 65 ed il 70% di umidità relativa in modo che il delicato equilibrio di sapori si possa adeguatamente sviluppare.
  • La posizione deve essere ben ventilata in modo che eventuali aromi sgradevoli si possano disperdere liberamente.

Il concetto di habano stagionato

Non esiste nessuna regola relativamente alla quantità di tempo che deve trascorrere prima che un Habano possa essere definito “stagionato”.

ageing1

Alcuni ritengono che 5 anni possano essere sufficienti affinché si manifestino i benefici della stagionatura, altri ritengono che dovrebbero trascorrere almeno 10 anni da quando gli Habanos vengono inscatolati.

Non esiste inoltre un’unica teoria su come il gusto di una particolare vitola o di una marca di Habanos cambia con il trascorrere del tempo. Sono stati scritti molti libri e articoli sull’argomento, ma nulla conta più delle preferenze individuali che i fumatori hanno accumulato attraverso la propria esperienza.

Ci sono alcuni Paesi che vantano una lunga tradizione di stagionatura degli Habanos. Per esempio in Inghilterra c’è sempre stata la consuetudine di invecchiare gli Habanos per almeno due anni prima di fumarli.

E’ stato proprio nel Regno Unito che nel 2008 il distributore di Habanos ha introdotto il concetto di “Habanos invecchiati” per gli Habanos con una stagionatura minima di 10 anni, che erano stati conservati presso la sede con cura in perfette condizioni. Ad ogni Habano è stata applicata una seconda anilla che indica la sua annata – cioè l’anno in cui è stato prodotto.

ageing2

A patto che vengano rispettate le corrette condizioni di temperatura e di umidità, è possibile creare la propria collezione di Habanos e invecchiarli a lungo. Gli aficionados e i collezionisti di Habanos fanno tesoro delle scatole che riportano date molto vecchie, comprese alcune che hanno 50 anni o più. A volte la loro pazienza viene premiata alle aste dove gli Habanos invecchiati hanno raggiunto prezzi fino ad arrivare a $1.500 per Habano.

Un’altra questione che attira pareri contrastanti è rappresentata dal tempo massimo di conservazione e di continuo miglioramento della qualità di un Habano. In ogni caso la lunghezza di tempo dipende dalla mescola e dalla qualità dei tabacchi utilizzati per fare l’Habano che si intende stagionare e, ovviamente, dal rispetto della corretta temperatura e umidità per evitare che l’Habano perda il suo aroma mediante evaporazione.

Individuare la data di una scatola

ageing3

Esempio di codice NIVELACUSO.
NNSO: Novembre 1990

Dal 1985 le date devono essere impresse sul fondo delle scatole di Habano.

Trovare la data per le scatole prodotte dall’anno 2000 è relativamente facile, come è stato spiegato a pagina 73. Tuttavia tra il 1985 e il 1999, le date sono state impresse utilizzando un codice a tre o quattro lettere.

Dal 1985 al 1998 è stata utilizzata la parola in codice NIVELACUSO con ognuna delle dieci lettere che corrispondono ad un numero come si può vedere qui sotto.

Secondo questo sistema, se si vedono le lettere NISC su una scatola, le si potrà convertire in 1297, il che significa che la scatola è stata riempita nel dicembre 1997, LUC viene convertito in 587, ovvero maggio 1987, e così via.

ageing4

Esempio di codice CODIGUNETA.
CCUG: maggio 1999

Tuttavia, nel 1998, quando è stata introdotta la nuova parola codice CODIGUNETA, per sostituire la vecchia NIVELACUSO, le cose si sono complicate. Per prima cosa, l’ordine dei numeri in relazione alle lettere è stato modificato in modo che una scatola che riporta le lettere UNCC sarebbe stata datata dal gennaio 1999.

In secondo luogo, a causa del fatto che il codice è stato spezzato all’inizio dell’anno, da maggio in poi un altro sistema di lettere e numeri scelti a caso lo ha sostituito. Questi erano:

  • EP00 – maggio 1999
  • ES00 – giugno 1999
  • UE00 – luglio 1999
  • EA00 – agosto 1999
  • EO00 – settembre 1999
  • LE00 – ottobre – 1999
  • LL00 – novembre 1999
  • LR00 – dicembre 1999

Dotato di queste informazioni si può tornare indietro di più di un quarto di secolo per identificare l’età di una scatola di Habano. Se ci si vuole immergere ancora di più nella storia, si può attingere da altri timbri e etichette che appaiono sulle scatole che vengono esaminate a pagina 73, ma in caso contrario si dovrà consultare un esperto venditore o collezionista di Habanos.




Contenuto nelle seguenti lingue: