ACADEMIA HABANOS

Il Mondo dell’habano

Controllo del lavoro



Vengono eseguiti rigorosi controlli di qualità in tutte le fasi della lavorazione a mano. I sigari che non superano i controlli non potranno mai diventare Habanos.

Ogni giorno il Responsabile del reparto (El Jefe de Galera) controlla il lavoro dei Torcedores. Al tempo stesso i supervisori, che sono a loro volta Torcedores di grandissima esperienza controllano ogni squadra che va dai 30 ai 40 addetti, osservando la loro tecnica e controllando le dimensioni degli Habanos che stanno producendo.

Gli Habanos finiti sono posti in cassette di legno senza coperchio, aperte nella parte anteriore come dei vassoi da ufficio, denominate mini-roderos o cajuelas, che vengono poste in contenitori in legno più grandi denominati roderos.

control

I supervisori esaminano il lavoro di ciascun Torcedor

Ogni mini-rodero viene etichettata con il numero del Torcedor, il tipo di sigaro e la data di fabbricazione. In seguito i mini-roderos posti  all’interno dei roderos vanno al reparto di controllo qualità dove i tecnici controllano i sigari in base al peso, lunghezza, circonferenza, consistenza, costruzione e aspetto, esaminando in particolare che la capa sia ben stirata e il corretto posizionamento della perilla.

Esistono controlli a campione della produzione finita. L’Habano viene aperto e si controlla la costruzione interna e la ligada.

Quando vengono riscontrati dei problemi viene detratta una somma dalla paga giornaliera – un vero problema per i Torcedores che sono pagati a cottimo.

tiro

Test dell’aspirazione del bonche prima che venga aggiunta la capa.

L’ultima tecnica introdotto per il controllo di qualità, è stata la macchina per la verifica del tiraggio.

Questa macchina si utilizza per provare il tiro dei bonche prima che si collochi la capa. Questo sistema fu introdotto alla fine del 2001e, attualmente, il suo uso si è esteso in tutte le manifatture. In seguito esistono anche altri controlli eseguiti dall’Escogedor e dal Revisor, controlli che si eseguono prima che gli Habanos vengano messi nelle rispettive scatole; anche le scatole che non presentano l’aspetto richiesto, saranno ritirate dalla produzione.

Assaporare il risultato 

Ogni fabbrica ha il suo team di assaggiatori – i Catadores – che si riuniscono ogni giorno per testare i sigari ed attribuire un punteggio in base ad un elenco a sei punti per tiraggio, combustione, aroma, sapore, forza e qualità globale. Vengono testati da 3 a 5 sigari diversi durante ogni seduta. Se vengono riscontrate differenze dai parametri stabiliti, i degustatori suggeriranno gli aggiustamenti necessari.

I Catadores sono la prima linea della Comisión Nacional de Degustación– Commissione Nazionale per la degustazione- , che, quale parte dell’Istituto di Ricerca del tabacco, è strettamente legata al Consiglio di regolamentazione per la Denominazione di Origine Protetta (D.O.P.) degli Habanos. Quest’ultimo è responsabile per l’uniformità della ligada di tutte le marche di Habanos.

fuma

I “Catadores” o assaggiatori fumano regolarmente il prodotto derivante dal lavoro di ogni Torcedor della fabbrica.

In qualsiasi momento, il Consiglio di regolamentazione può effettuare controlli campione su qualsiasi delle procedure di controllo qualità.

Il momento del riposo 

Tra la fase di produzione e di confezionamento, i sigari vengono portati alla camera di condizionamento o Escaparate. Qui in cassetti rivestiti in cedro, sono lasciati a riposo ed espellono l’eccesso di umidità accumulata nel processo di rollatura. Dopo una settimana i sigari possono essere fumati ma più a lungo rimangono qui meglio è. Le condizioni sono rigorosamente mantenute tra 16 e 18 °C e con una umidità relativa tra il 65 e il 70 per cento, una condizione nettamente più fresca e secca rispetto al clima cubano.

El Escaparate viene spesso indicata come il “Tesoro”. È qui che viene immagazzinata la vera ricchezza della fabbrica.

escaparate

El Escaparate, dove si lasciano riposare gli Habanos per stabilizzare l’umidità.
Fabbrica Partagás, Escaparate, 2000. L’Avana, Cuba
*In passato gli Habanos erano conservati nella Escaparate in mazzi da 50, noti come “medias ruedas” o “mezze ruote”

Video



Contenuto nelle seguenti lingue: